Come Diventare un Parrucchiere

Lavorare come parrucchiere è un’occupazione molto stimolante, che unisce creatività, senso estetico ed abilità professionale.

La figura del parrucchiere in questi ultimi anni è molto cambiata: non si tratta più solo del professionista in grado di tagliare, colorare, acconciare i capelli, ma è diventato un consulente d’immagine. Per lavorare come parrucchiere c’è bisogno dunque di una serie di abilità e competenze, molto più specifiche rispetto al passato.

La figura professionale del parrucchiere è una delle più ricercate, oltre tutto permette un buon guadagno e regala ottime soddisfazioni da un punto di vista lavorativo. Tutti sappiamo in linea generale quali siano le mansioni del parrucchiere. Ma il nostro compito è anche quello di sfatare i luoghi comuni e di comprendere bene le competenze specifiche del lavoro di parrucchiere.

Il parrucchiere è quel professionista che è in grado di curare da un punto di vista estetico i capelli: tagliarli, asciugarli, acconciarli. Il parrucchiere è anche in grado di eseguire trattamenti estetici volti a sanare il capello. Non può ovviamente prescrivere o eseguire trattamenti medici. Rispetto al passato la figura è molto cambiata. Oggi tutti vanno dal parrucchiere, il più delle volte alla ricerca del taglio moderno. Questo ambito è diventato, come quello della moda, un settore che si nutre di stili e di tendenze.

Per lavorare come parrucchiere bisogna conoscere la struttura del capello, i vari tipi di capelli, le caratteristiche chimico-fisiche. Bisogna anche avere un buona conoscenza dei prodotti da utilizzare e essere prepararti sulle norme igieniche e che riguardano la sicurezza. Il parrucchiere deve ovviamente conoscere le tecniche del taglio, della messa in piega e della colorazione. La professione del parrucchiere è disciplinata dalla legge 17 agosto 2005

Per lavorare come parrucchiere ci sono varie opportunità
Si può frequentare un corso di formazione professionale di durata biennale; al termine dei due anni, per vedere riconosciuta la propria professionalità, è necessario svolgere un anno di stage o specializzazione presso uno studio professionale.
Si richiede un inserimento di durata triennale presso un’azienda di acconciatura e contemporaneamente si frequenta un corso teorico.
Si può svolgere un periodo di due anni di apprendistato e un anno di lavoro qualificato
Il periodo, qualsiasi strada si scelga, è sempre di tre anni, al termine dei quali diventa possibile aprire un’attività in proprio o lavorare a pieno titolo presso uno studio.

Oggi quella del parrucchiere è una professione molto richiesta, al contrario di quello che si potrebbe pensare. Se sono moltissimi i giovani che scelgono la laurea, d’altro canto si fa fatica a trovare alcune professionalità che richiedono una formazione più breve, tra cui quella dell’acconciatore e degli estetisti.

Il settore dell’estetica è in continua evoluzione, in grado di offrire moltissime opportunità. Se si decide di specializzarsi nel settore dell’estetica allora si può puntare anche alla professione del truccatore: un mix perfetto.

Lavorare come parrucchiere offre numerose opportunità di lavoro, sia presso studi professionali come dipendenti, che aprendo una proprie personale attività. Ciò che conta è saper offrire un servizio di qualità e moderno.

Posted in Guide
Categorie