Regime dei Minimi 2013

L’avvio di una nuova attività imprenditoriale è soggetta a dei costi spesso troppo alti, questo fa desistere nella maggior parte dei casi i giovani imprenditori che sono catalogabili nel gruppo del lavoratore autonomo con necessità di ingrandirsi, a patto che l’investimento fatto non superi una certa soglia. Nel 2012 grazie alla manovra finanziaria appena redatta è stato modificato il regime dei minimi, andiamo a scoprire i requisiti minimi necessari ed alcuni dettagli generali per poterne usufruire.

Come detto il nuovo regime dei minimi permette all’impresa di nascere grazie a costi meno ingombranti, questo ovviamente vale per le imprese nate dal 2012 e valido per un periodo di tempo limitato tale da consentire all’attività di introdursi nel commercio senza avere troppe imposte a cui dover essere soggetta.

I tempi per cui è possibile usufruire del regime dei minimi è flessibile, se l’imprenditore ha un età inferiore ai 35 anni è possibile prolungare oltre i 5 anni il periodo di soggezione al profilo fiscale agevolato. In via generale però dal 2012 è possibile richiedere l’assoggettamento al regime dei minimi a partire dall’anno di apertura dell’attività e per i prossimi 4 anni fiscali, per eventuali varianti bisogna richiedere una consulenza personalizzata presso l’Agenzia delle Entrate la quale potrà dare informazioni su misura per i vari casi specifici.

Per chi ha già una nuova attività aperta a partire dal 2007 è possibile ancora usufruire del regime dei minimi, purtroppo il 2012 è stato l’unico anno di affiliazione a questo particolare modello poichè ultimo dei 5 previsti in via generale, nel caso in cui però l’impreditore sia di età inferiore ai 35 anni è possibile che i termini non scadano con il passare dell’anno corrente quindi, anche in questo caso, vi consigliamo di recarvi il prima possibile presso l’Agenzia delle Entrate.

A quanto equivale l’imposta per il regime dei minimi? l’importo percentuale da versare varia a seconda di vari fattori, si va dal 20% classico fino al 5% per le condizioni di maggior garanzia.

In conclusione per usufruire del nuovo regime dei minimi bisogna avere, in linea generale, una attività aperta da non più di 5 anni oppure una età inferiore ai 35 anni in caso di apertura leggermente più a ritroso nel tempo. Per un prospetto completo riguardo la propria situazione sono possibili due soluzioni per l’imprenditore, la prima è recarsi presso l’Agenzia delle Entrate mentre nel secondo caso ci si può rivolgere ad un commercialista il quale lavorerà sulla situazione per garantire il maggiore risparmio stando attenti ai limiti fiscali imposti nelle varie categorie.

Posted in Notizie
Categorie