Preavviso Dimissioni – Informazioni Utili

In tempi di crisi economica parlare di dimissioni volontarie sembra volere di più di quanto la fortuna ci abbia dato. In realtà, con le aziende che falliscono, dare le dimissioni per mettersi in proprio può essere una scelta giusta, ma soprattutto redditizia.

Per legge, però, saremo tenuti ad informare il nostro datore di lavoro con un preavviso congruo, in modo da permettergli di trovare un sostituto all’interno dell’azienda. Infatti, se non informerete in tempo il vostro datore di lavoro, questi potrebbe richiedere in tribunale una indennità per il mancato lavoro svolto e, nei casi più gravi, anche i danni stabiliti con una costosa e lunga causa civile.

Oggi vedremo i punti salienti di una lettera di dimissioni.

Iniziate con i vostri dati, riferendovi anche alla data in cui siete stati assunti.

Motivate la vostra scelta di cambiare lavoro.

Inviate al datore di lavoro la lettera di dimissioni qualche giorno prima di darle. Ricordatevi che alcuni contratti collettivi prevedono che i lavoratori non possano dare le dimissioni quando vogliono, ma solo in alcuni giorni del mese, come il primo o il quindicesimo giorno, per evitare problemi.

Sulla lettera di preavviso dimissioni potete trovare tantissimi modelli online, i modelli sono solo un esempio, ma potete sfruttarli anche semplicemente sostituendo ai dati di esempio i vostri prima di far trovare le vostre dimissioni sulla scrivania del vostro ex datore di lavoro.

Posted in Guide
Categorie